segnaposto

Aggiornamenti legislativi

Convenzione fiscale: come evitare le doppie imposizioni

La convenzione in materia fiscale fra Italia e Brasile (entrata in vigore il 24 aprile 1981) affiancata da un commento, affidato al dott. Luca Zanardi di Borioli & Colombo Associati.


Metodo per evitare le doppie imposizioni (art. 23)

Al fine di evitare le doppie imposizioni anche in caso di applicazione della presente Convenzione, il Brasile concede ai propri residenti, una deduzioni pari all’imposta pagata in Italia mentre lo Stato italiano riconosce un credito d’imposta pari alla proporzione fra i redditi prodotti in Brasile ed i redditi complessivi.

Ai fini del calcolo del credito d’imposta, non concorrono gli utili, in quanto non tassati, provenienti da una società brasiliana partecipata almeno al 25% da una società italiana.