segnaposto

Aggiornamenti legislativi

Attività di Esportazione-Importazione ed aspetti doganali brasiliani

Prima d’iniziare a descrivere le attività e le figure principali del sistema doganale brasiliano, riteniamo importante evidenziare che pur trattandosi di un sistema proprio, esso opera in sintonia con le principali regole internazionali di settore.

Per iniziare a descrivere sommariamente le operazioni di esportazione ed importazione in Brasile, è necessario parlare del SISCOMEX – Sistema Integrado de Comercio Exterior.

Questo sistema, implementato nel 1992 ed il cui principale obiettivo è quello di sveltire e modernizzare le operazioni del commercio brasiliano con l’estero, controlla tutte le operazioni tramite un flusso informatico d’informazioni.

Al SISCOMEX hanno accesso, oltre ai tre organi ufficiali coinvolti nel commercio estero brasiliano (Banco Central do Brasil – SESEX, Segreteria del Commercio Estero e Receita Federal), tutti gli esportatori ed importatori.

Flusso di importazione in Brasile

Prima di esportare qualsiasi prodotto in Brasile, è importante verificare preventivamente se l’importazione di quella merce è ammessa dalla legge brasiliana e se necessita di licenza di importazione.

Sarà necessario verificare la correlazione tra la voce doganale europea e quella brasiliana, che differiscono dopo le prime quattro cifre.

Il sistema SISCOMEX, il despachante aduaneiro, il RADAR della Receita Federal ed il Banco Central do Brasil, sono le componenti strutturali del sistema doganale brasiliano, i quali operano in sintonia tra di loro.

Mentre per gli organismi istituzionali non necessita indicare particolari note, per la figura del despachante aduaneiro è importante sapere che questa figura professionale tipica brasiliana è l’interlocutore tecnico accreditato presso gli organismi istituzionali, figura importante con ruolo importante.

In presenza di attività di importazione o esportazione senza la garanzia dell’operatore di logistica, è consigliabile verificarne preventivamente la professionalità.

Flusso di esportazione dal Brasile

Qualsiasi operazione all’esportazione deve essere formalizzata con un documento, la RE (Registro Esportazione).

Questa dichiarazione è il primo passo per la legittimazione ed autorizzazione di un’operazione all’export. In tale documento vengono dichiarate quelle informazioni merceologiche, finanziarie, valutarie e fiscali che caratterizzano la tipologia del bene esportato.

Gli organismi e le figure professionali interessate rimangono quelle del sopra citato articolo, ferme alcune modalità procedurali tipiche dell’export.

Note: è importante ricordare che alcuni prodotti, come caffè e zucchero, necessitano di una specifica autorizzazione preventiva degli organi di Governo, al fine di poterli esportare.