traduci

News

OPPORTUNITÀ D’AFFARI

Rif. PR-A/41
Insediamenti, logistica ed aree industriali

La Camera, grazie all’adesione iniziale all’iniziativa, è ora il referente in Italia per gli organismi interessati allo sviluppo delle sotto indicate opportunità, le quali sono a disposizione delle aziende interessate a valutare un insediamento produttivo o
d’assemblaggio.

Alcune vedute del terminalUnitamente alle caratteristiche speciali rappresentate dal TERMINAL DI CARICO RODOFERROVIARIO, abbiamo ritenuto opportuno proporre alle Piccole e Medie aziende, le quali non necessitino di particolari esigenze nella movimentazione di
merci, la possibilità di un’alternativa d’insediamento in un’area industriale vicina

1) TERMINAL RODOFERROVIARIO destinato ad aziende con movimentazione di carichi e merci pesanti, per l’insediamento di aziende del settore marmi e graniti, fonderie, legni, macchine ed impianti industriali, ecc..

2) Area industriale vicina al Terminal, destinata alle Piccole e Medie aziende interessate a beneficiare di condizioni particolari per il loro insediamento.

Con l’obiettivo di potenziare lo sviluppo economico e sociale e consolidare una nuova frontiera logistica nell’Espirito Santo, il 20 luglio 2006 è stato inaugurato, nella comunità di Maria Ortiz (accesso alla BR 259), il Terminal Rodoferroviario di Colatina.

L’investimento è il risultato di un accordo tra il Governo di Stato, il Municipio di Colatina, la CVRD ed il Centronorte Magazzini Generali.

Il Terminal Rodoferroviario di carico di Colatina è basato nella costruzione di un terminale d’integrazione tra modelli di trasporto, permettendo il collegamento tra le strade BR-259 e ES-080 (Strada del caffé) con collegamenti ferroviari che permettono i trasporti di carichi destinati ai porti di Vitoria e Vila Velha.

L’obiettivo è che il terminal operi con una capacità di movimentare 650 mila ton. di carichi anno, come blocchi di granito, legni e carichi in container, pervenuti da un asse logistico.

Colatina è una delle maggiori città della regione nord dello stato, situata ai margini del Rio Doce ed a 127 km. da Vitoria. Si trova a 50 km. dalla BR-101, strada federale che taglia il Brasile da nord a sud e a 130 km. dalla BR-262, che attraversa la regione centrale del paese.

Con un’area operazionale di 100 mila metri quadrati e un’area di magazzini di 45 mila metri quadrati, il Terminal di Colatina sorge come un’alternativa attraente per depositare i graniti delle cave, che sono concentrate al nord dello stato. La sua localizzazione strategica permetterà di servire anche i carichi diretti al porto di Vitoria, come le pietre che saranno lavorate a Cachoeiro de Itapemirim.

La Municipalità ed il Governo di Stato stanno completando le opere infrastrutturali; la municipalità ha provveduto a portare sino al terminal l’acqua e l’energia oltre all’appoggio logistico e strutturale, il Governo di Stato è responsabile per la costruzione di un ponte sul fiume baunilha e per l’asfaltatura del tratto di 2.8 chilometri che legano la BR 259 al terminal, con un investimento di R$ 2,8 milioni.

Un’altro progetto integrerà l’area del terminal, un Redex – Recinto Specifico Destinato all’Esportazione, permettendo al municipio di esportare prodotti della regione di Colatina, aggregando valore all’esportazione, che attualmente va nelle casse dei municipi portuari, responsabili per l’esportazione di questi prodotti.

Altri vantaggi con l’attivazione del terminal sono l’avviamento del polo industriale, in condizioni abbastanza avanzate, l’aumento di incassi municipali, attraverso ISS e ICMS, e l’aumento d’occupati con l’insediamento d’imprese con interessi relazionati al terminal.

La Camera resta a disposizione per ogni chiarimento necessario camera@ccib.it.